Attività nella Palestra Grande

Nella palestra grande si svolgono attività di Ginnastica Dolce, Ginnastica Posturale e GAG.

La Ginnastica dolce

Movimenti lenti, attenta respirazione, benessere a 360 gradi: queste, in sintesi, le caratteristiche della ginnastica dolce, una disciplina sportiva orientata al benessere capace di adattarsi alle esigenze di sportivi e non. Un tipo di attività motoria nella quale prevalgono movimenti lenti e graduali, eseguiti al corpo libero senza richiedere uno sforzo particolare a chi la pratica.
Come anticipato, si tratta di uno sport che prevede esercizi graduali e mirati, che vanno ad agire in maniera specifica su alcuni muscoli: l’obiettivo è allenare il corpo allo sport senza stressarlo in maniera eccessiva. Quindi, vengono eseguiti in serie: allungamenti, distensioni, stretching e addominali di vario genere che vanno ad agire sulla flessibilità del tono muscolare e sulle articolazioni. Non mancano anche movimenti specifici mirati alla distensione della colonna vertebrale e dei muscoli del collo che spesso determinano irrigidimenti e mal di schiena.
I benefici sono molteplici:

  • tonificazione generale del corpo
  • correzione di posture scorrette
  • maggiore flessibilità
  • benefici all'apparato cardio circolatorio e respiratori

Inoltre, si tratta di una disciplina versatile poiché la ginnastica dolce può assumere forme differenti in base alla tipologia di esercizi eseguiti. Crunch, squat, alzate delle gambe da seduti o butterfly pettorali risultano molto utili se l’obiettivo è riconquistare la forma fisica. Così come è possibile concentrarsi nello specifico solo su alcune parti del corpo, come gambe e glutei, per rafforzarne i muscoli e ottenere una silhouette più tonica.
L’approccio alla ginnastica dolce è semplice: mantenersi in forma è possibile, e questo vale per tutti. Si tratta di un’attività senza limitazioni: adatta a chi pratica sport aerobici, è particolarmente indicata anche per chi ha problemi di postura, per chi non svolge attività fisica regolare da tempo e agli anziani, oltre ad essere consigliata anche a donne in gravidanza e persone sedentarie.
Il rapporto tra sforzo e beneficio, insomma, è nettamente sbilanciato a favore del secondo, anche se, occorre ricordarlo, la ginnastica dolce non ha un impatto immediato sul corpo: chi la pratica con costanza e attenzione osserverà un cambiamento lento e graduale del proprio corpo, e un miglioramento generale del proprio benessere fisico.
Non vanno trascurati i benefici psicologici che la pratica regolare di ginnastica dolce può introdurre nella vita di chi la pratica. In generale, la tipologia di esercizi proposti favorisce anche il rilassamento e la piacevole sensazione di “svuotare la mente” dopo l’allenamento diventa presto una gradita consuetudine. Controindicazioni? Trattandosi di esercizi a corpo libero tendenzialmente statici, la ginnastica dolce non è consigliata a chi mira ad agire in fretta sulla propria forma fisica e a chi ha l’obiettivo di potenziare in maniera significativa la propria muscolatura.
Tra i vantaggi della pratica della ginnastica dolce vi è la possibilità di ripetere gli esercizi, spesso molto semplici, anche in autonomia. Naturalmente, per evitare rischi e movimenti scorretti, è bene partire frequentando un corso in una palestra o in un centro abilitato. Solo in seguito, una volta appresi, alcuni esercizi si potranno replicare autonomamente in casa utilizzando il proprio tappetino, oppure all’aperto, durante la bella stagione. Per gli esercizi più impegnativi si possono utilizzare palle o rulli morbidi facilmente reperibili, con la finalità di facilitare il corretto svolgimento di alcuni dei movimenti richiesti.

Ginnastica posturale

Questa disciplina ha un obiettivo ben preciso: migliorare la postura attraverso il rinforzo del tono muscolare. Ma perché è così importante? Perché la postura è sempre più legata a problemi di natura muscoloscheletrica (e non solo), dal mal di schiena alla scoliosi. È quindi necessario prendersene cura.
La ginnastica posturale, che sia antalgica (contro il dolore) o a scopo preventivo, ci aiuta a farlo attraverso trattamenti dedicati ai muscoli statici e dinamici del nostro corpo, le strutture deputate al sostegno e al movimento. Questi muscoli possono infatti andare incontro a rigidità, accorciamenti e debolezza, condizioni che hanno effetti negativi diretti sulla nostra postura.
Se pensi che la postura può essere considerata il riflesso delle condizioni psicofisiche di una persona, ti è subito chiaro quanti possono essere i benefici della ginnastica posturale.
L’educazione e la rieducazione posturale sono utili a qualsiasi età. Infatti esiste la ginnastica posturale per i bambini e per i ragazzi, così come la ginnastica posturale per gli anziani.
In generale, la ginnastica posturale è utile per la cervicale, contro dolori al collo e alle spalle, e per combattere l’odioso mal di schiena. Tieni presente che tra i principali fattori di rischio del mal di schiena ci sono la postura scorretta e la muscolatura debole, entrambi problemi che possono essere contrastati attraverso questa attività.
Ma la ginnastica posturale può essere svolta anche in caso di scoliosi, lordosi, cifosi o ernia del disco? Sì, ma di solito è inserita all’interno di trattamenti correttivi specifici.

Pilates

Il Metodo Pilates è un sistema di allenamento sviluppato all'inizio del '900 da Joseph Pilates, traendo ispirazione da antiche discipline orientali quali Yoga, (India) e Do-In, (Giappone).
Pilates ha chiamato il suo metodo Contrology, con riferimento al modo in cui il metodo incoraggia l'uso della mente per controllare i muscoli. È un programma di esercizi che si concentra sui muscoli posturali, cioè quei muscoli che aiutano a tenere il corpo bilanciato e sono essenziali a fornire supporto alla colonna vertebrale. Il metodo è indicato anche nel campo della rieducazione posturale. In particolare, gli esercizi di Pilates fanno acquisire consapevolezza del respiro e dell'allineamento della colonna vertebrale rinforzando i muscoli del piano profondo del tronco, molto importanti per aiutare ad alleviare e prevenire mal di schiena. Con questo metodo di allenamento non si rinforzano solo gli addominali ma si rinforzano anche le fasce muscolari più profonde vicino alla colonna e intorno alle pelvi. Il punto cardine del metodo è la tonificazione e il rinforzo del Power House, cioè tutti i muscoli connessi al tronco: l'addome, i glutei, gli adduttori e la zona lombare. Gli esercizi che si eseguono sul tappetino (Pilates Mat Work) devono essere fluidi e perfettamente eseguiti, devono inoltre essere abbinati ad una corretta respirazione.

Zumba Fitness

Muoversi a ritmo di zumba fitness, per divertirsi, sfogarsi, tonificare i muscoli e bruciare davvero parecchie calorie: ecco la moda del momento, in tema di palestre & co, a cui migliaia di italiani non hanno saputo dire di no. È un vero e proprio allenamento per tutti i distretti muscolari del corpo, ma non solo. La zumba fitness è anche molto di più, perché abbina perfettamente la voglia di divertirsi con l’esercizio fisico, la necessità di scrollarsi di dosso stress e tensioni con il bisogno di tenersi in forma. Un mix vincente, che ha come protagonisti principali l’allenamento aerobico e i ritmi latino-americani.
Zumba fitness significa allenamento, ma anche divertimento, tonificazione, ma anche energia. Lo slogan che ha reso famosa questa nuova interpretazione dell’esercizio fisico oltreoceano, negli Stati Uniti, “non è un allenamento, è una festa”, racchiude ed esprime bene l’anima, il cuore pulsante della zumba.
Il suo inventore, alla fine degli anni novanta, il colombiano esperto di fitness Alberto Perez, ha preso il meglio dall’aerobica, le sue basi necessarie per tonificare e modellare il corpo, e la parte più divertente della tradizione e della cultura sudamericana, la musica latina, con i suoi ritmi coinvolgenti e travolgenti, ha “shakerato” il tutto e ha ottenuto un mix davvero esplosivo.
La zumba fitness è proprio questo, il risultato di una commistione ben dosata di due elementi principali, l’aerobica e la musica latino-americana, che assicura l’allenamento per i muscoli, ma anche una buona dose di divertimento. Ecco la formula vincente di questa disciplina, che registra un boom di fan anche in Italia.

Yoga

Il termine Yoga, che deriva dal Sanscrito, significa "unione" e identifica l'insieme delle pratiche ascetiche e meditative tipiche delle religioni indiane, che variano a seconda del luogo e delle tradizioni locali. Considerato come un mezzo per raggiungere l'equilibrio, lo Yoga è una disciplina diffusa in India e in Oriente, ma ultimamente sta ricevendo un certo riscontro anche in Occidente. Questa attività punta a far raggiungere ad ogni essere umano uno stato armonico del corpo e della mente attraverso l'unione e l'equilibrio di elementi opposti. Grazie alla pratica dello Yoga, l'individuo riesce ad ottenere un suo equilibrio, grazie al raggiungimento di uno stato armonico con l’ambiente che lo circonda, arrivando ad un senso di pace e benessere.